Archeologia, vedono la luce i tesori di Sant'Ippolito di Monticchio

Un luogo magico, in termini di bellezza naturalistica e rilevanza dal punto di vista storico e culturale, che assumerà il volto di un autentico Parco archeologico: l'area di Sant'Ippolito di Monticchio si impreziosisce delle rivelazioni arrivate dai primi risultati portati alla luce dalla campagna di scavi condotta nell’ambito dell’“Autumn archaeological international school Monticchio 2023”, un progetto dell'Unibas in collaborazione con la Soprintendenza archeologica, Belle Arti e Paesaggio della Basilicata e il Comune di Rionero in Vulture, finanziato dal Pnrr "Borgo Monticchio Bagni" ”del Ministero della Cultura, un investimento sull'attrattività dei borghi sostenuto dall’Unione europea, tra le azioni del programma NextGenerationEU che punta alla rigenerazione culturale e al potenziamento turistico promuovendo sviluppo economico e occupazione giovanile e valorizzando il patrimonio culturale e ambientale del territorio. 

L’area a ridosso dell’istmo sui due laghi di Monticchio, interessata dalla presenza dei ruderi dell’Abbazia di Sant’Ippolito, considerata uno dei più importanti complessi monastici fondati nell'alto Medioevo, già in passato era stata oggetto di indagini archeologiche di questo tipo, ma che si erano interrotte. Adesso, questi nuovi scavi l’hanno, di fatto, trasformata in un vero e proprio laboratorio archeologico a cielo aperto, confermano l’importanza storica del complesso monastico e ridanno fiato all’idea di valorizzare la peculiare vocazione di quest’area e del suo significativo patrimonio archeologico, dall’antichità al Medioevo. 

La prima edizione dell’“Autumn archaeological international school Monticchio 2023”ha preso avvio lo scorso 9 ottobre e si concluderà a breve, il 4 novembre. Sta coinvolgendo 25 studenti, italiani e stranieri, guidati dalla professoressa Francesca Sogliani dell'Università degli Studi della Basilicata e gli esperti della Soprintendenza della Basilicata. Prevede complessivamente 14 interventi con azioni tese alla formazione specialistica in campo archeologico, ricerca condotta con l'utilizzo delle più moderne tecnologie, valorizzazione, comunicazione e gestione del patrimonio. 

«L'area di Sant'Ippolito, incastonata tra i due laghi di origine vulcanica e di indubbio fascino e originalità, rappresenta un luogo assolutamente speciale della Basilicata, dal grande valore naturalistico e dall’inestimabile importanza storica e culturale: un luogo certamente unico che - ha rimarcato il Sindaco di Rionero in Vulture, Mario Di Nitto - non vediamo l'ora di rendere un vero Parco archeologico per valorizzarne tutte le potenzialità». 

Archeologia, vedono la luce i tesori di Sant'Ippolito di Monticchio

WE LOVE POTENZA, QUESTIONARIO ON LINE SULLA FRUIZIONE DEI SITI CULTURALI - MAPPATURA DEI BISOGNI

Stimolare il dibattito e la partecipazione interpellando direttamente i potentini, cittadini, turisti e associazioni, chiedendo di esprimersi su quello che più interessa conoscere e approfondire dei siti culturali della città, in che giorni e in quali fasce orarie, per razionalizzare e ottimizzare le risorse in questo delicato momento storico. Un questionario lanciato su Face Book a cui tutti possono partecipare, fino al prossimo 30 ottobre: è la nuova iniziativa targata We Love Potenza nell’ambito delle tante attività sollecitate con lo slogan “La cultura ci salverà”.

«Qualcuno si sta ponendo il tema della questione energetica dei luoghi di cultura e di arte in città alla luce dei rincari (elettricità e gas) o fra poco chiuderemo tutto in maniera indiscriminata? Per questo, nel nostro piccolo – dichiara Enzo Fierro, presidente dell’Associazione culturale We Love Potenza - noi vogliamo almeno provare a individuare una soluzione, come le aperture su richiesta per fascia oraria, in modo tale da garantire la fruizione dei siti culturali pubblici e, se volete, modalità resilienti per continuare a vivere. Compilate il questionario e diteci la vostra»

Un modo inedito, aperto a tutti, per porre nella giusta evidenza una vera e propria “mappatura dei bisogni” culturali per una fruizione del patrimonio storico e ambientale della città che non rischi interruzioni a causa dell’aumento sconsiderato delle bollette energetiche anche per i luoghi pubblici di cultura.

«L’obiettivo – spiega Enzo Fierro - è contribuire a determinare aperture coerenti con la reale domanda di fruizione con conseguenti risparmi sui costi di gestione e, dunque, la garanzia che non venga meno la continuità della vita sociale e culturale. Il periodo a cui andiamo incontro necessita di vera e concreta resilienza e capacità di adattamento, cosa per la quale, sin da ora, va approntato un piano di lavoro specifico da parte delle Amministrazioni. Attraverso il questionario acquisiremo indicazioni utili sui giorni e sugli orari più graditi per promuovere, per il periodo autunnale e invernale, iniziative culturali, visite a siti archeologici, musei, chiese, biblioteche senza sovrapposizioni di sorta. I dati raccolti – conclude il presidente di We Love Potenza - saranno successivamente girati alle Amministrazioni del territorio e ai responsabili delle strutture culturali per le conseguenti determinazioni».

WE LOVE POTENZA, QUESTIONARIO ON LINE SULLA FRUIZIONE DEI SITI CULTURALI - MAPPATURA DEI BISOGNI

E ora andiamo a vincere in trasferta

La trasferta che si appresta ad affrontare il Potenza è di certo una gara ostica e contro un avversario che ha fame e voglia di punti.
Parliamo infatti di un Messina che ha raccolto fino ad ora dieci punti e non riesce a uscire dalle zone basse della classifica.
D’altro canto è anche vero che potenza e Messina vengono distaccate solamente da quattro punti, anche se il momento in cui arriva la partita rappresenta due momenti differenti per le due piazze.
Potenza che arriva a questa gara dopo aver trovato la prima vittoria sotto la guida tecnica di mister Raffaele, ancora imbattuto nella sua seconda avventura alla guida del leone rampante.
Messina invece che, come detto precedentemente ha raccolto dieci punti, per altro tutti raccolti in casa, a testimoniare quindi la forza che ha giocando in casa, a dimostrare quindi la difficoltà di questo match.
Il Potenza non dovrà e non vorrà di certo sfigurare in un campo come quello di Messina, dopo non aver trovato nessun risultato utile contro la compagine siciliana, né all’andata, né al ritorno.
Di sicuro vedremo e potremmo godere di un’ottima partita e di una bella prova di gioco e di grinta da parte di entrambe le squadre.
Adesso non ci resta che aspettare il fischio d’inizio di domenica alle ore 14-30, e goderci lo spettacolo

E ora andiamo a vincere in trasferta

La partita che dovrà affrontare il Potenza non è per niente facile.

di Paolo Grasso.

Il Picerno infatti non vorrà sicuramente sfigurare in una partita, da loro definito "derby", anche se si sa, per il potenza il derby è tutt'altro.
Situazione dal punto di vista della classifica uguale ovvero con potenza e Picerno una dietro l'altra in zona playout con cinque punti.
Un potenza che ha deluso nella gara di sabato contro il Pescara anche se si sa, non sarebbe stata una gara facile, ma un potenza che è parso distratto e a tratti confuso, contro un Pescara che si ha meritato, ma che non dominato la partita.
La gara fra Potenza e Picerno potrebbe decretare l'esonero di uno dei due tecnici, in caso di sconfitta o per mister Siviglia, o per mister Colucci.
Il potenza cercherà di cercare la sua prima vittoria stagionale in un campo in cui il potenza ha sancito la propria salvezza l'anno scorso, e dove ha subito una fragorosa sconfitta per 5-3 nell'anno della cavalcata verso la lega Pro.
Mister Siviglia che dovrà sicuramente rimediare agli errori di formazione visti nelle ultime gare e che soprattutto dovrà servire una grande prova da parte di tutti per raggiungere il primo vero risultato di questa stagione.
Piceno che arriva da 3 sconfitte di fila, considerando la sconfitta in coppa Italia, e che, davanti al proprio pubblico, cercherà in tutti i modi di fare uno sgambetto al leone rampante.
Dopo queste premesse non ci resta che aspettare le 21 di questo sabato per assistere sicuramente ad una partita in cui entrambe vorranno e dovranno vendere cara la pelle e che sicuramente non ci saranno sconti né da una né dall'altra parte

La partita che dovrà affrontare il Potenza non è per niente facile.

LATINA, VIETATO SBAGLIARE

Quella con il Latina è una gara dove il Potenza non può più sbagliare, una gara dove tutti dovranno vendere cara la pelle e sopratutto cercare di sfruttare la forza e la passione del Viviani, per arrivare al risultato sperato.
Il Latina ovviamente giocherà una partita a viso aperto, cercando di ottenere un buon risultato in trasferta, e sopratutto in chiave playoff.
Latina che sta disputando un ottimo campionato essendo adesso la quarta forza del campionato, e dimostrando di essere un’ottima squadra sia in casa, sia in trasferta, facendo un ottimo gioco e dimostrando di non avere assolutamente paura degli avversari che vanno affrontati.
Il Potenza sicuramente sa che queste sono partite dove non si può steccare e sopratutto, essendo in casa, il pubblico darà sicuramente una grandissima mano alla squadra facendo sentire sin dal primo minuto il proprio calore, che ha caratterizzato e continuerà a caratterizzare il tifo rossoblù.
Potenza che si appresta a disputare questa partita con l’ormai consolidato 3-5-2, dovendo fare a meno dell’indisponibile di grazia e rimaneggiando a seconda delle decisioni del mister Raffaele, l’undici titolari.
Sarà decisamente una partita a viso aperto, dove fin da subito bisognerà dimostrare là propria superiorità, e cercare di prestare massima attenzione dal punto di vista del piano difensivo.
Ora non ci resta che aspettare il fischio d’inizio, e gustarci questa bellissima gara.

LATINA, VIETATO SBAGLIARE

Il Potenza si appresta ad affrontare il Pescara

di Paolo Grasso

Il Potenza si appresta ad affrontare il Pescara dopo aver dovuto far fronte alla prima sconfitta stagionale, rimediata nella trasferta di Avellino.
Un potenza che se vorrà dare filo da torcere al Pescara dovrà sicuramente aggiustare la mira verso la porta avversaria, perché è un Potenza che crea molto, giocando bene, ma che non concretizza nella maggior parte delle volte le occasione che ha.
La squadra del leone rampante sa bene che non potrà sbagliare come è avuto nelle recenti partite, anche perché di fronte si ha un Pescara che non è di certo in vena di fare sconti.
Un Pescara che si trova al terzo posto in classifica e che si affiderà alle prestazioni di lescano e cuppone, per altro ex della partita per cercare di scardinare la difesa potentina.
Il potenza affronterà questa gara sicuramente con la grinta e la spensieratezza che caratterizza questo gruppo, sapendo che però, seppur l'avversario sarà decisamente ostico, è arrivato il momento di carburare e cercare di fare più punti possibili affinché il Potenza viva un campionato sereno e, se possibile, con la finestra aperta sui playoff.
Potenza che dovrà fare a meno di gyamfi, con un emmausso in dubbio, in seguito all'infortunio rimediato sabato scorso, ma con un del sole in più che si riprende dopo il problema avuto in coppa Italia, proprio del sole, ex di giornata che è andato spesso vicino al gol, e chissà, magari sarà proprio la sua ex squadra la prima vittima con la maglia rossoblù.
Adesso non ci resta che aspettare l'inizio della gara, auspicando un Viviani gremito e pronto ad accompagnare la squadra nel corso dei novanta minuti per cercare di realizzare un risultato che potrebbe andare al di fuori delle aspettative

Il Potenza si appresta ad affrontare il Pescara

Il Potenza all'esame Viterbese

di Paolo Grasso

Il Potenza si appresta ad affrontare una trasferta complicata e ostica.
La viterbese infatti non vorrà sfigurare di fronte ai propri tifosi e soprattuto dopo un’ottima vittoria ottenuta in coppa Italia per due a uno.
Il Potenza dal suo canto, arriva dopo una sconfitta per tre a uno contro il Catanzaro che si sa è una corazza che sta dominando il campionato.
Certamente non era una partita di livello elevato dal punto di vista emotivo e soprattutto del risultato , considerando che la partita di domenica, sarà la vera partita che il Potenza non può steccare.
Mister Raffaele sicuramente non vorrà deludere la piazza rossoblu, e soprattutto cercare di far male a quella piazza che l’ha esonerato dopo poco più di un mese.
La viterbese potrà far affidamento su un attacco dal peso specifico rilevante contando su polidori marotta e volpicelli, che formano un attacco di un certo spessore in questa categoria.
Mister Raffaele probabilmente farà ancora affidamento sul quattro tre tre fino a quando non troverà la giusta alchimia e i giusti interpreti per il suo gioco e per il suo modulo ideale.
Di sicuro non sarà una partita banale e sarà sicuramente una partita dalle forti emozioni dove entrambe le squadre non vorranno e non potranno auspicare a un pareggio.

Il Potenza all'esame Viterbese

Il leone nella tana del lupo

Potenza Avellino non è mai stata una partita semplice per nessuna delle tue compagini, a maggior ragione dopo i recenti risultati di entrambe.
Il Potenza ci arriva dopo aver ottenuto il suo quinto pareggio consecutivo su cinque partite disputate, anche se quest'ultimo è stato registrato contro una delle migliori se non la miglior squadra del girone C.
Un risultato che conferisce al Potenza grinta forza e fiducia in vista del match con l'Avellino, avendo inoltre a disposizione tutti i propri giocatori.
Gli irpini ovviamente, non vorranno fare brutta figura in seguito ai recenti risultati, ma l'aria che tira non è di certo delle migliori.
Una piazza che ambisce da molti anni a salire di categoria, ma che quest'anno con il nuovo mister, non ha ancora trovato la giusta alchimia, inoltre il patron partenopeo, D'Agostino, non sembra intenzionato a perdere altro tempo.
Questa per Taurino potrebbe essere la probabile ultima spiaggia, dovendo dimostrare di essere all'altezza di guidare la squadra e soprattutto di dare sicurezze alla piazza.
Dopo queste premesse non possiamo che aspettarci una gara scoppiettante con tutte e due le squadre pronte a dire la propria e di certo non mancheranno sorprese e possibili colpi di scena.

Il leone nella tana del lupo

Il potenza dopo 9 gare ha finalmente trovato la sua prima vittoria

Il potenza dopo 9 gare ha finalmente trovato la sua prima vittoria giocando una partita a dir poco impeccabile sotto tutti i punti di vista contro la temibile turris.
Turris che forse ha sottovalutato l'impegno infrasettimanale contro i rossoblù non schierando da subito i titolarissimi e quando a fine primo tempo si è trovata sotto di due reti, è stata difficile, quasi impossibile la rimonta.
Potenza che ha dovuto chiudere col brivido in seguito al due a uno di Leonetti, ma con freddezza e lucidità è riuscito a difendere e prendere finalmente gli ambiti tre punti.
Adesso da affrontare c'è il Taranto, squadra allenata da mister Capuano, ben noto a potenza che seppur con una squadra non blasonata e con noi altisonanti, ha ben dieci punti in classifica e soprattutto ha dimostrato di saper mettere in difficoltà le big e non solo con un gioco attendista e con la possibilità non appena si apre il campo di far male alla compagine ospite.
Potenza che dovrà fare ancora a meno di Matino, ma che ritrova in difesa girasole e soprattutto anche del sole che dopo gli acciacchi fisici avuti dovrebbe essere di nuovo a disposizione di mister Siviglia.
Come sappiamo potenza Taranto non è mai stata, e mai lo sarà, una partita facile e soprattutto con poche emozioni, due piazze calde, caldissime che non vogliono sfigurare e soprattutto entrambe tengono alla vittoria e a fare magari uno sgambetto all'altra, vedendo anche il recente passato.
Ci si aspetta sicuramente una bella partita, in uno stadio come lo Iacovone non indifferente e si spera di vivere quel clima di calcio che si sogna ogni domenica.
Dopo queste premesse non ci resta che aspettare il fischio d'inizio e goderci questo spettacolo.

Il potenza dopo 9 gare ha finalmente trovato la sua prima vittoria

Anche a Potenza su due ruote per la "Settimana Europea della Mobilità Sostenibile"

di Cristiana Lopomo

Una settimana – dal 16 al 22 settembre – per promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano e favorire la crescita di un modello alternativo di fruizione degli spazi cittadini, nell’ottica di una, sempre più consapevole e diffusa, mobilità sostenibile. Anche Potenza ha preso parte alla “Settimana Europea della Mobilità sostenibile”, “Mobility Week”, giunta alla sua 12esima edizione, su iniziativa di Legambiente, Euromobility e FIAB Ciclostile in sinergia con il Comune di Potenza.

Quattro appuntamenti. Venerdì mattina il “Giretto d’Italia 2022”: allestiti due checkpoint per “Bike to work” in due zone molto trafficate da auto, in piazzale Istria (slargo antistante la stazione Santa Maria) e in piazzale Michetti (slargo antistante gli uffici regionali),punti di ritrovo per tutti coloro che hanno deciso di recarsi al lavoro o a scuola in bici. Dopo un pò di moto, è stato possibile fare colazione insieme, salutarsi e fare comunità all’insegna di un ambiente sano. Nell’occasione i volontari di Legambiente e FIAB Ciclostile hanno potuto monitorare il passaggio di bici e invitare le persone a provare a far diventare questa esperienza una buona abitudine quotidiana.

In serata, su iniziativa di FIAB Ciclostile, è stata presentata al Biciclò - Deposito Bagagli della Stazione di Potenza Superiore la presentazione di "Basilicata Bikeways – La mappa delle ciclovie lucane" edita da Typimedia, alla presenza dei cicloautori - Manuela Lapenta, Simon Laurenzana e Gerardo Smaldone - lucani doc che hanno fatto della bici un mezzo di crescita e rivoluzione sociale, in compagnia di Giuseppe Romaniello, responsabile dell’Unità di Direzione “Servizi alla Persona” del Comune di Potenza. Una guida ricca di illustrazioni, a cura di Chiara Tescione, disponibile in libreria, in edicola e online. Cinque percorsi, 2.400 km di tracciato per esplorare la Basilicata in sella a una bici tra siti archeologici, boschi incantati e borghi dal fascino senza tempo.

«"Basilicata Bikeways – La mappa delle ciclovie lucane" – hanno spiegato gli autori - è un piccolo, ma indispensabile compagno di avventure per esplorare gli angoli più noti e quelli meno conosciuti della Basilicata sulle due ruote. Da Matera ai Calanchi, dal Parco nazionale dell’Appennino lucano Val d’Agri – Lagonegrese a quello del Pollino, passando per borghi caratteristici e ricchi di storia, siti archeologici, boschi e laghi, fino ad arrivare alle coste della regione lambite dal mare, quella ionica e quella tirrenica. Pensata sia per i turisti che vogliono allontanarsi dai circuiti tradizionali sia per coloro che in Basilicata abitano, ma vogliono approfondire la conoscenza del territorio, la mappa è consigliata per chi ha scelto di abbracciare un turismo lento e improntato alla sostenibilità. Strumento leggero, utile e di semplice utilizzo, può essere facilmente consultata anche da smartphone: a ogni ciclovia è infatti associato un QR code che riporta alla rispettiva traccia. Siamo molto contenti di essere riusciti a realizzare questo prodotto: unica nel suo genere e senza precedenti, “Basilicata Bikeways” è la prima mappa che mette a sistema le ciclovie. Dal nostro punto di vista – concludono i cicloautori, Manuela Lapenta, Simon Laurenzana e Gerardo Smaldone - è un manifesto programmatico vero e proprio. Il cicloturismo è una grande opportunità per la nostra regione che nella fruizione lenta trova la sua naturale vocazione e la sua migliore espressione».

Altri appuntamenti, organizzati e promossi da FIAB Ciclostile: domenica mattina 18 settembre, Gita fuori porta da Potenza ad Abriola: 70 chilometri e un dislivello di 1200 metri; martedì 20 settembre, infine, Ciclofficina, presso l’ex Caritas di Bucaletto, iniziativa riservata ai soci Fiab dedicata alla cura della bicicletta, per imparare a pedalare in tutta sicurezza.

Anche a Potenza su due ruote per la "Settimana Europea della Mobilità Sostenibile"

Pignola, si è concluso con successo il progetto “Incart – Inclusive Art” delle associazioni World Net e Amnesiacarts

Occasione di coinvolgimento per l’intera comunità; di incontro con artisti provenienti da diverse parti d’Italia e da Serbia, Malta, Spagna, Portogallo, Romania e Turchia; di impulso alla realizzazione di una certa produzione di opere che accresce, di fatto, il patrimonio artistico di Pignola. Ha preso avvio il 5 ottobre e si è concluso mercoledì 11 ottobre il progetto “Incart – Inclusive Art”, a cura delle associazioni World Net e Amnesiacarts. L’apertura della prima residenza artistica di respiro internazionale, finanziata da Ministero Affari Esteri, Comune e Presidenza del Consiglio regionale della Basilicata; una mostra allestita a Palazzo Gaeta in ricordo del maestro scultore pignolese, il compianto Rocco Sciandivasci; la realizzazione di 14 murales a cura del gruppo di artisti di sette nazionalità diverse e in sinergia con realtà associative impegnate sul fronte del disagio sociale - coinvolti i ragazzi delle Cooperative "Il Fiore-Aias” di Potenza e "La Mimosa" di Tito -; e di una scultura in legno, di grandi dimensioni, in piazza Risorgimento, raffigurante la maschera tradizionale del Carnevale di Pignola, realizzata dall’artista italo-marocchino Yusuf. Estemporanee e performance live di pittura con una ventina di artisti lucani - Luigi Marchese, Pierluigi Lomonte, Giuseppe Miglionico, Mina Larocca, Antonella Rubertone, Pasquale Palese, Maria Palese, Amedeo Bruno, Silvio Di Giovanni, Donato Larotonda, Anna Giannico, Vittoria Lasala, Vittorio Vertone, Sara Di Iorio, Giuseppe Marchione, Massimo Chainese (Maso), Giuseppe Toscano, Antonio Sebastiano Dario, Giuseppe Rossini –; una performance live painting a cura di Teodosio Papocchio Writer. E ancora: corsi di fumetto per i ragazzi della scuola media, un workshop di fotografia, due convegni su scienza, arte e matematica, degustazioni e serate musicali con Pj Dj set, Rocco Spagnoletta, Loveiscoil Liquid Orchestra e lo Show Group Folk Serbia. Bilancio positivo, dunque, per questa prima edizione. Già si guarda alla prossima del 2023. «“Incart” – spiegano i responsabili del progetto Pierpaolo Albano, Mimmo Torchia, Massimo Lovisco, Donato Corleto e Dino Ventura - è stato immaginato e voluto come un’ampia e variegata proposta di programmazione culturale che arricchisse il programma di eventi della nostra cittadina: un luogo di arrivo e di partenza per iniziative culturali lungo traiettorie artistiche innovative e liberamente contaminate tra i generi. In questa settimana abbiamo avuto momenti all’insegna di scienza, arte, tradizioni popolari, pittura, scultura. Mostre, workshop e conferenze interessati sul tema della luce e della composizione e della video art. Tutte iniziative in grado di valorizzare la nostra comunità attraverso l’arte, a partire dalla creazione di un impatto sociale che favorisca la partecipazione civica e la creazione di nuove reti e sinergie con enti e associazioni operanti sul territorio». 

Pignola, si è concluso con successo il progetto “Incart – Inclusive Art” delle associazioni World Net e Amnesiacarts

Inaugurato il “Resilience Hub - LaCasadei100Comuni” della Provincia

A cura di Cristiana Lopomo

Un nuovo spazio di dialogo e confronto a disposizione dei 100 Comuni del potentino, in filo diretto con l’Unione Europea per ricevere ogni informazione utile circa fondi, progetti e opportunità. È stata inaugurata questa mattina la sede del “Resilience Hub - #LaCasadei100Comuni” all’interno dell’edificio rinnovato dell’ex Tribunale, in via Ascanio Branca, accanto al Palazzo della Provincia.

La cerimonia di apertura è stata trasmessa in collegamento in diretta con i partners internazionali e nazionali del Progetto Locarbo: in occasione di questo evento inaugurale, infatti, si è voluto ospitare, nella nuova sala multimediale - aperta ufficialmente dal Presidente vicario della Provincia di Potenza Rocco Pappalardo insieme al Presidente dell'Anci Basilicata Andrea Bernardo e ai consiglieri provinciali - l’evento finale del Progetto Locarbo, incentrato sul tema, quanto mai attuale e urgente, dell’utilizzo di fonti energetiche alternative, che ha richiamato in città, in questi giorni, diverse delegazioni straniere per un momento formativo di particolare rilevanza.

«Il Resilience Hub – ha spiegato il presidente Pappalardo - sarà di fatto nella piena disponibilità dei 100 Comuni della Provincia di Potenza che, di concerto con l’Ufficio Pianificazione e Innovazione, avranno l’opportunità di mantenere contatti costanti nelle dinamiche dei rapporti con l’Unione Europea, attraverso gli specifici progetti messi in campo in questi anni, e garantire, in particolare, un canale di contatto in ordine all’utilizzo di fondi comunitari. Inoltre – ha concluso il presidente Pappalardo - con le sue 26 postazioni multimediali in rete, sarà possibile attivare e realizzare tutte le attività formative connesse all’accrescimento delle conoscenze professionali del personale degli Enti Locali del nostro territorio». 

Inaugurato il “Resilience Hub - LaCasadei100Comuni” della Provincia

Scarica l'app per il tuo smartphone

Image
Image
Image