Concorso letterario Racconti Potentini

Concorso letterario Racconti Potentini

Di Rocco Pesarini

Tutto pronto per la premiazione ufficiale dei vincitori della prima edizione del concorso letterario Racconti Potentini, organizzato dall’associazione SonoricaMente e dal gruppo facebook Cittadinanza Potentina,  prevista per sabato 27 agosto alle 18.00 presso la suggestiva location del Parco Baden Powell a Potenza.

L’idea del concorso mi è venuta leggendo Gente di Dublino di James Joyce, lettura che mi ha spinto ad immaginare un progetto culturale dove la gente comune (non necessariamente potentina) raccontasse i potentini, la città di Potenza e il suo modo di essere e vivere, senza essere vincolato ad alcun genere se non quello del racconto di media lunghezza.

Oltre venti i racconti arrivati per questa prima edizione e, di questi, dieci quelli rimasti in lizza per la vittoria finale nella categoria Senior, dopo l’apposita scelta e selezione ad opera della giuria composta da Carmen Cangi, Claudia De Luca, Angela Santopietro, Simona Bonito, Teresa Tancredi, Elda Rizzitelli, Rosario Angelo Avigliano e Dino De Angelis.

Novità sopravvenuta anche la creazione di un’apposita sezione Junior con i racconti mandati dai ragazzi e che vedrà la proclamazione di un giovanissimo vincitore anche per questa prima edizione, sperando che l’esperimento letterario prenda sempre più piede nelle scuole potentine.

Dopo la premiazione dei vincitori si passerà alla fase due del nuovo progetto culturale dell’associazione SonoricaMente con la pubblicazione, prevista in autunno con la casa editrice Hermaion di Potenza, del libro Racconti Potentini 2022 che raccoglierà i racconti in nominations, i racconti più belli della sezione junior, nonché alcuni dei racconti appositamente scritti per l’occasione da alcuni membri della giuria.

Un bel lavoro di rete e condivisione tra associazioni e realtà culturali della città con la fattiva e preziosa collaborazione della Cooperativa Venere che da alcuni anni gestisce in maniera eccellente e intraprendente il Parco Baden Powell.

Non nascondo che mi piacerebbe divenisse  un appuntamento fisso nella vita culturale e di costume della città, anche solo per lasciare alle generazioni future la testimonianza letteraria della Potenza di questi anni.

Allora a sabato 27 agosto prima e nelle librerie potentine poi se vi va. W Potenza!